Home Page

Giu
21
Dom
2020
21 Giugno 2020 – Gruppo Seniores – Escursione Passo 5 Croci – Lagorai
Giu 21 giorno intero

Organizzazione: Mara Ferrari 3297349623
Riccardo Alba 3355697681 avvalba@studioalbapavan.it

Difficoltà: T-E.
Dislivello: m. 545; m. 705 se si raggiunge cima Socede.
Quota massima: m. 2018; m. 2173 se si raggiunge cima Socede. Tempi: h. 4,30 senza le soste.
Segnavia e Cartografia: Carrareccia e Sentieri SAT 326-380. Carta I Lagorai: 1/30.000

Materiale: Abbigliamento escursionistico, bastoncini, scarponcini da trekking, pranzo al sacco e bevande;

Ritrovo: Piazzetta degli Storti ore 7,00; partenza ore 7,10.
Percorso stradale: Dalla Statale Valsugana si esce a Strigno e si prosegue in direzione Spera e poi verso Val Campelle fino al parcheggio di Ponte Corseria dove la strada termina.

Locandina Passo 5 Croci Lagorai 21 Giugno 2020

 

Lug
5
Dom
2020
Gruppo Seniores – Domenica 5 Luglio 2020 – Ai piedi del Pelmo
Lug 5 giorno intero

Organizzazione: Riccardo Alba 3355697681 avvalba@studioalbapavan.it

Mara Ferrari 3297349623

Iscrizioni in sede mercoledì 1 luglio. Numero massimo di partecipanti 10.

Difficoltà: E.

Dislivello: m. 499 in salita; m. 602 in discesa.

Quota massima: m. 2055;

Tempi: h. 4,40 senza le soste.

Segnavia e Cartografia: Sentieri CAI 472-480. Carta Tabacco n. 15; 1/25.000

Materiale: Abbigliamento escursionistico, bastoncini, scarponcini da trekking, pranzo al sacco e bevande;

Ritrovo: Piazzetta degli Storti ore 6,45; partenza ore 7,00.

Percorso stradale: Autostrada A4 e poi A27 e statale Alemagna. A Longarone si svolta a sinistra per la Val Zondana, e si prosegue fino al Passo Staulanza dove si parcheggia, portando, però, un’auto a due chilometri giù dal passo verso Selva di Cadore nel capace parcheggio dove terminerà l’escursione.

link alla locandina completa:

Ai Piedi del Pelmo

 

Modifica date di N. 3 escursioni
Lug 5@13:56–Ago 23@20:45
Lug
18
Sab
2020
Escursione naturalistica Anello delle 5 Torri
Lug 18@09:03–10:03

Le 5 Torri sono un piccolo gruppo montuoso costituito da numerosi enormi massi di dolomia principale a forma di torri di svariate dimensioni.
In realtà, avvicinandosi alle 5 Torri ed camminandovi in mezzo, se ne contano non cinque ma numerose e dalle forme più svariate, spesso strapiombanti da uno o più lati.
Per avere un’idea della meravigliosa bellezza delle Torri non basta però guardarle da lontano o dal rifugio, ma bisogna girargli attorno e penetrare nel cuore di questo piccolo mondo caotico di massi e guglie bizzarre.

Dalle 5 Torri si può godere di una visuale a 360° sulle Dolomiti circostanti:
Tofana di Rozes, Lagazuoi, Nuvolao, Averau, Cristallo, per nominarne solo alcuni.

E’ un’escursione proposta dagli Operatori naturalistici culturali sezionali.

ATTENZIONE, la gita del 26/07/2020 viene anticipata a sabato 18 luglio 2020.

Le iscrizioni in sede mercoledi 15 luglio.

Scaricate qui  la scheda dell’ Escursione: Giro delle Giro 5 Torri – 18/07/2020

Ago
1
Sab
2020
Escursione ai Boschi vetusti dell’Alpe di Lerosa
Ago 1@06:30–22:00

GITA DEL GRUPPO SENIORES

Andremo all’interno del Parco Naturale delle Dolomiti d’Ampezzo nell’Alpe di Lerosa, un luogo incantevole, ma non solo, è anche un luogo di pace che respiri camminando in un ambiente dolomitico di eccezionale bellezza, tra gli alberi vetusti, di oltre 250 anni. Gli abeti rossi, “pesso”, (Picea abies) i Larici (Larix decidua) e i pini cembri (Pinus cembra), o cirmoli, sentinelle della solitudine.
L’abete rosso è una delle piante più longeve al mondo. La corteccia interna, polverizzata, sarebbe servita a fare del pane o per aumentarne la quantità, in tempo di carestia, in qualche regione povera. Potremo ammirare anche i krummholz, gli abeti nani!

I Larici delimitano il limite superiore del bosco, è l’unica conifera che perde le foglie/aghi d’inverno, in autunno i suoi aghi si colorano di giallo, sono specie di avamposto, sono tra i primi a frenare, spaccare le valanghe.
Le foglie, in estate, trasudano una sostanza simile alla manna, vero bottino per le api, che ne traggono miele prelibato.

I cirmoli attecchiscono in luoghi impossibili, nei tempi lontani una nocciolaia la lasciato cadere un piccolo seme ed ecco che noi ammiriamo un grande albero dalle radici avviluppate tra le rocce.

Monumenti viventi che raccontano la storia, l’evoluzione, il silenzio, gli orrori della guerra come testimoni silenziosi di un lungo passato.

E meraviglie straordinarie della natura.

Organizzazione: Emilio Rosso ONC-ASE – 3405018612 – emilio3342@gmail.com
Piera Pellizzer ONC – 3381740656
Iscrizioni: in sede mercoledì 22 e 29 luglio – Numero massimo di partecipanti: 10.
Difficoltà: E – Dislivello: m 400 – Quota massima: m 2050 – Tempo: h. 5.
Segnavia e Cartografia: Sentiero CAI 8 – Carta Tabacco n. 03 – 1/25.000
Materiale: Abbigliamento escursionistico, bastoncini, scarponcini da trekking, pranzo al sacco e bevande.
Ritrovo: Piazzetta degli Storti ore 6,30; partenza ore 6,45.

DA FIAMES AL RIFUGIO RA STUA: SERVIZIO NAVETTA A PAGAMENTO CON
PARTENZA DA FIAMES – COSTO € 12

Locandina Escursione all’Alpe di Lerosa – 01/08/2020

Chiusura per Ferie
Ago 1@09:00–Ago 15@10:00

 

SIAMO CHIUSI PER FERIE DAL 12 AL 25 AGOSTO 2020

RIAPRIAMO MERCOLEDI’ 26 AGOSTO  2020

 

Buone vacanze a tutti!!!

Ago
24
Lun
2020
Riprogrammazione Escursioni settembre-ottobre2020
Ago 24@20:02–Ott 26@21:02
Set
6
Dom
2020
Escursione in Val Padeon-Misurina – Sentiero Italia – 06/09/2020
Set 6@06:15–21:15

Con il progetto Sentiero Italia abbiamo un sogno, quello di unire l’Italia intera in un grande abbraccio, attraverso la percorrenza a piedi degli straordinari territori che il nostro Paese è in grado di offrire non appena si abbandona la strada asfaltata” Vincenzo Torti, Presidente Generale CAI

Sentiero Italia è uno dei percorsi escursionistici più lunghi del mondo: oltre 7000 chilometri.

Il Sentiero Italia Cai si identifica nella segnaletica che lo traccia, uniformata da cartelli segnavia colorati di rosso-bianco-rosso. Le sezioni del Club Alpino Italiano sono al lavoro per valorizzare i tratti di loro competenza. Si tratta di circa 400 tappe che uniscono le Alpi agli Appennini.

Per la locandina completa segui questo link:

Escursione in Val Padeon-Misurina – Sentiero Italia – 06/09/2020

Organizzazione: Piera Pellizzer 3381740656 – Bertilla Ferro 3479030920 Umberto Zausa – Emilio Rosso 3405018612

Set
20
Dom
2020
Escursione al Monte Pizzoc 20/09/2020 – Gruppo Seniores
Set 20@07:30–19:30

Sulla sommità del Monte Pizzoc, “Spizt Hoch”, “Cima Alta” in cimbro, si trova l’attuale Piazza della Pace, adibita a belvedere.

Seguiremo il sentiero del Tenente Berry che parte dalla località di Cadolten e attraversa i vecchi pascoli abbandonati di Casere delle Mandre e saliremo alla cima e il Rif, Vittorio Veneto.

È un ottimo punto panoramico da cui osservare i Monti dell’Alpago, le Dolomiti Venete, i Laghi di Revine, i laghi della Val Lapisina (lago di Negrisiola, lago del Restello, lago Morto, lago di Santa Croce) e la dorsale del Col Visentin-Monte Cesen. Nelle giornate limpide la vista spazia dal Golfo di Trieste ai Colli Euganei passando per la Laguna di Venezia.

Si ritorna attraversando la bellissima faggeta del Cansiglio, “el bosco da remo” secondo i veneziani.

Escursione al Monte Pizzoc

Difficoltà: E – Dislivello: 400 m – Tempo: 5h
Ora e luogo di partenza: Dolo, piazza Mercato – ORE 7,30 (ritrovo 7,15)
Organizzatori:
Piera Pellizzer ONC – 338174065 – Emilio Rosso ASE-ONC – 3405018612

Set
27
Dom
2020
Escursione: Anello di Cima Cavallazza e laghi di Colbricon 27/09/2020 – Gruppo Seniores
Set 27@06:00–08:30

Una piacevole escursione che  raggiunge uno splendido balcone molto panoramico a cavallo tra la catena del Lagorai e le Dolomiti, da dove si può ammirare in tutta la sua maestosità il gruppo delle Pale di San Martino, con protagonista il Cimon della Pala, il ‘Cervino delle Dolomiti’.
La traversata della cima non è una passeggiata turistica, presenta brevi tratti scoscesi, invece il ritorno dai laghetti di Colbricon.è una piacevole passeggiata nel bosco di abeti.
Ed anche un’escursione naturalistica/fotografica sui meravigliosi specchi d’acqua, le sassose e allo stesso tempo verdeggianti vallette di porfido, le imponenti piramidi rocciose del Lagorai e le effervescenti strutture dolomitiche.

C’e anche un aspetto archeologico, i ritrovamenti nei laghetti al Colbricon, legati all’attività di caccia dell’uomo mesolitico.
Poco noti invece gli ‘strani’ ritrovamenti nell’alto ed isolato laghetto della Cavallazza, a tutt’oggi indecifrati ed inspiegabili, mistero…..

2020_09_27 Anello di Cima Cavallazza

 Difficoltà: E – Dislivello m 400 – Quota massima m 2324 – Tempo ore 4.30
 Luogo di ritrovo: Dolo – Piazzetta degli Storti (dietro municipio) ORE 6.30

Organizzatori: Claudia Perale 3298540734  –  Emilio Rosso ASE-ONC – 3405018612

Commenti chiusi