Speleologia Programma 2015

L’attività del gruppo speleo S-Team (SpeleoPhotoVideo-Team) sarà incentrata sulla documentazione foto/video dei seguenti progetti:

  1. Buso della Neve”: una grotta dell’Altopiano di Asiago con al suo interno un notevole ghiacciaio ipogeo. Il materiale raccolto sarà poi utilizzato per la realizzazione di un documentario.

    Buso della Neve, Monte Zingarella, Altopiano di Asiago. Il ghiacciaio sospeso sopra il pozzo da 50m

    Buso della Neve, Monte Zingarella, Altopiano di Asiago. Il ghiacciaio sospeso sopra il pozzo da 50m

  2. Grande Poiz”: speleologi triestini di vari gruppi stanno lavorando alle pendici del Monte Canin per cercare di unire i due principali sistemi di grotte (Foran del Muss e Col delle Erbe) e creare così uno dei più estesi d’Italia.
  3. Miniera Salafossa”: progetto pluriennale di studio della Federazione Speleologica Veneta, per conto della Regola di Presenaio, nella ex miniera situata nei comuni di San Stefano e San Pietro di Cadore.

    Miniera Salafossa, S.Stefano di Cadore

    Miniera Salafossa, S.Stefano di Cadore

  4. Grotte del Veneto vol. 2”: torneremo a frequentare le grotte della nostra regione alla ricerca di nuovi itinerari per un futuro secondo volume-guida.

Nel 2015 sarà pubblicato dall’editore Idea Montagna “Grotte al confine Est”, scritto da Sandro Sedran e foto S-Team, una guida su una selezione di grotte del Friuli Venezia Giulia.

In autunno (previsto in primavera, ma spostato per motivi organizzativi) si terrà il 1° Mini-Corso di Tecnica Speleologica dove insegneremo le basi della progressione su corda usata dagli speleologi. Il mini corso si terrà nell’arco di 10 giorni: – venerdì di spiegazione dell’attrezzatura e delle manovre – domenica in palestra di roccia – domenica successiva in facile grotta verticale. Lo scopo è quello spalancare l’accesso a tutta quella miriade di grotte che hanno parecchio sviluppo orizzontale, ma che magari presentano piccoli pozzi d’accesso che le rendono terreno esclusivo per gli speleologi. Si garantiscono costi limitati al minimo indispensabile, anche per i non iscritti al CAI. Ogni allievo sarà affiancato da uno speleologo esperto che lo seguirà in ogni momento.

Per chi vorrà proseguire ed imparare meglio, a maggio ci appoggeremo nuovamente alla Scuola di Speleologia CAI dei gruppi speleologici di Padova e Vicenza che organizzano il loro abituale Corso d’Introduzione alla Speleologia completo.

La preparazione tecnica degli speleologi sezionali verrà verificata durante una palestra di roccia autunnale.

Prove di tecnica di progressione su corda usata in speleologia. Palestra del Cogoeòn di Valgadena.

Prove di tecnica di progressione su corda usata in speleologia. Palestra del Cogoeòn di Valgadena.

Quest’anno organizzeremo una sola gita speleologica al Buso della Rana nel Ramo Trevisiol, ma verranno fatti vari gruppi per affrontare percorsi di diversa difficoltà. L’uscita sarà effettuata in collaborazione con l’Alpinismo Giovanile del CAI di Mirano, dato che questo ramo è indicato anche per i bambini di età non inferiore agli otto anni.

Come nostro solito ci sarà un accompagnamento extra al Buso della Rana la cui programmazione verrà fatta assieme a coloro che ci faranno pervenire il loro interesse a partecipare; la data sarà poi comunicata a tutti i soci via email ed internet.

Durante una delle serate culturali dalla nostra sezione, proporremo “Sottoterra 2014”, quanto di bello è stato fatto durante l’anno trascorso.
Saremo pure ospiti del CAI di Padova con la proiezione del documentario “Rana-Pisatela 40 km” che ha avuto un ottimo successo ed è stato pure mostrato in parte su Geo&Geo.

Referenti: Simona Tuzzato, cell. 349 1638837

Sandro Sedran, speleosan@gmail.com, cell. 347 9835693

Commenti chiusi