Scheda di Botanica N. 84 Linnaea borealis – Piera, Emilio

Carissimi soci,

Nell’escursione proposta, in luglio, da Lisa Gallinaro e Piero Martin in Val Mazia all’Oberetteshutte, con salita ai laghetti di Saldura, poco dopo la partenza, lungo il sentiero che porta al rifugio, abbiamo fatto un rinvenimento veramente eccezionale: Linnaea borealis L.!
Per me è stato emozionante trovarla!

E’ un genere monospecifico, una piantina che fiorisce su suolo siliceo in un ambiente umido e muscoso. I suoi fiorellini campanulati, rosa pallido, tappezzano il sottobosco di rododendro e mirtillo.
E’ una specie rara in Italia, la si trova solo in poche stazioni che sono tutte censite. E’ protetta.

Un grazie a Lisa e Piero per la loro bellissima gita e a Marco B.!

Le gite proposte dai soci della nostra sezione sono veramente molto belle ed interessanti, e sono una ricchezza di conoscenze.

Scheda di Botanica N. 84 Linnaea borealis – Piera, Emilio
Buon Natale a tutti voi!

Piera, Emilio

Commenti chiusi

  • MONTE MOSCIAGH

    MONTE MOSCIAGH

    DOMENICA 27 GENNAIO 2019 Cimiteri del Mosciagh, passando per Forte Interrotto Gruppo montuoso: Altipiano di Asiago   Da Camporovere alle testimonianze della Prima Guerra Mondiale come i cimiteri di guerra e il baluardo da poco ristrutturato “Forte Interrotto” Alla gita parteciperà anche Moreno Moratti del Cai Camposanpiero, esperto in storia della prima guerra mondiale. Organizzazio[...]
    Informazioni sulla percorribilità dei sentieri

    Informazioni sulla percorribilità dei sentieri

    Puoi trovare indicazioni sulla percorribilità dei sentieri del Veneto collegandoti al sito https://www.caiveneto.it/home. Un link consente di collegarti col tabulato che riporta le notizie fornite dai referenti sezionali per la sentieristica.[...]
    Aperta una sottoscrizione da parte del CAI

    Aperta una sottoscrizione da parte del CAI

    Attivazione, sottoscrizione, mobilitazione: queste le tre azioni indicate dal Presidente del CAI VENETO Francesco Carrer per far fronte alla gravissima situazione creatasi nei giorni scorsi su gran parte della montagna veneta a seguito dell'ondata di maltempo che non ha memoria d'uomo. Sono riportate in una lettera fatta pervenire a tutti i Presidenti delle 65 Sezioni CAI del Veneto, quale pri[...]