Leggere i passi – Sentiero fogazzariano – 21/07/2018

Carissimi soci,

eccoci al primo appuntamento con “Leggere i passi”.
Un interessante, piacevole e  facile escursione sul Sentiero Fogazzariano

Antonio Fogazzaro in Piccolo mondo moderno,  dedica uno dei suoi più intensi capitoli, il sesto, ad un paese chiamato Vena di Fonte Alta ed ufficialmente riconosciuto come Tonezza del Cimone. Analizzando questa parte di racconto è possibile, infatti, riconoscere la descrizione di alcuni luoghi tonezzani ancora oggi facilmente individuabili, come la fontana a monte di contrà Tezza (la “fontana delle noci”), la villa dei conti Roi (il “villino dei faggi”) o il belvedere che guarda la valle di Riofreddo.
Il ruolo attribuito a Tonezza del Cimone da Antonio Fogazzaro ha dato perciò avvio al progetto di sistemazione del sentiero “fogazzariano”, inaugurato nell’estate 2005
Nel suo primo tratto, il percorso si articola seguendo la vecchia “strada comunale della Tezza”, caduta in disuso dopo la costruzione della nuova strada comunale. Lungo l’intero percorso, il sentiero presenta delle bacheche che riportano notizie di carattere storico, botanico e paesaggistico. Luogo centrale del sentiero, la “fontana dei noci”, immortalata nella scena del romanzo fogazzariano che culmina con il bacio fra Piero Maironi e Jeanne Desalle.

Adesioni e informazioni: Micaela Barbuni micaela.barbuni@gmail.com

Ritrovo ore 7,00 a Dolo – Inizio escursione ore 9,00 a Tonezza

Gruppo Cultura

 

 

Commenti chiusi

  • Informazioni sulla percorribilità dei sentieri

    Informazioni sulla percorribilità dei sentieri

    Puoi trovare indicazioni sulla percorribilità dei sentieri del Veneto collegandoti al sito https://www.caiveneto.it/home. Un link consente di collegarti col tabulato che riporta le notizie fornite dai referenti sezionali per la sentieristica.[...]
    Aperta una sottoscrizione da parte del CAI

    Aperta una sottoscrizione da parte del CAI

    Attivazione, sottoscrizione, mobilitazione: queste le tre azioni indicate dal Presidente del CAI VENETO Francesco Carrer per far fronte alla gravissima situazione creatasi nei giorni scorsi su gran parte della montagna veneta a seguito dell'ondata di maltempo che non ha memoria d'uomo. Sono riportate in una lettera fatta pervenire a tutti i Presidenti delle 65 Sezioni CAI del Veneto, quale pri[...]