Grotta Bo’ Pavei, Montello

L'alto e tortuoso meandro del Ramo Certosa, foto S-Team

L’alto e tortuoso meandro del Ramo Certosa, foto S-Team

Il conglomerato e l’arenaria, l’antico alveo del Piave cementato dalla calcite e le sue paleo-sabbie, saranno le due rocce protagoniste delle splendide morfologie delle condotte di questa grotta del Montello.

Il pozzo d’accesso è stato attrezzato con fune di sicurezza ed una serie di scalette metalliche che impongono l’utilizzo dell’attrezzatura da ferrata solo nel tratto iniziale.

Il tratto fino alla Sala della Madonna comporta alcuni passaggi da fare carponi passando a fianco di tratti riccamente concrezionati.

Nella Sala Beppo sarà possibile osservare le onde del paleo-Piave impresse nel conglomerato che si è sovrapposto ad un banco di sabbia durante una piena.

La discesa nel Ramo Certosa comporta una piccola arrampicata dove eventualmente metteremo una fune di aiuto. Poi solo splendide e comode condotte erose dall’acqua.

Difficoltà: EEA
Tempi: 4 ore

Scarica il volantino dettagliato della Gita Bo’ Pavei

Iscrizioni in sede: mercoledì 9 Marzo

Tutte le foto fatte in questa grotta le trovi cliccando qui.

Share Button

I commenti sono chiusi