Programma 2014 Uscite Sezionali

Ecco le gite sociali per il 2014

Si prega di prendere visione del “Regolamento Uscite Sezionali
N.B. Gli appuntamenti inizialmente previsti per l’ 11 Maggio (Escursione primaverile sul monte Novegno) e per il 1 Giugno (Ferrata Rio Sallagoni) sono stati invertiti per inconvenienti gestionale-organizzativi. Di seguito il programma definitivo.

12 GENNAIO
AL COSPETTO DI SUA MAESTA’ “IL PELMO” D’INVERNO – DOLOMITI ZOLDANE

Escursione con le ciaspe

Difficoltà: EAI – Impegno Globale: Facile
Dislivello: 620 m. Quota max: m. 1952
Tempi: 5 ore
Balcone panoramico eccezionale sulla parete Sud del Pelmo e Sud – Est della Civetta, poi con il paesaggio invernale non ne parliamo.
Babetto Andrea A.S.E. 340/6833472
Pulese Filippo A.S.E. 329/1044140

26 GENNAIO
MONTE ONGARA E CASERA ONGARA DAVANTI – ALTOPIANO DI ASIAGO

Escursione con le ciaspe

Difficoltà: EAI – Impegno Globale: Medio
Dislivello: 600 m. Quota max: m. 1633
Tempi: 5 ore
Percorso con le ciaspe sull’Altopiano di Asiago di grande apertura panoramica. Si sviluppa appena a nord di Gallio percorrendo la dorsale del Monte Ongara che consente di ammirare un ampio panorama su tutta la conca di Asiago. La nostra meta è Casera Ongara davanti ( 1614 m ) lungo la dorsale in un contesto di ampia visibilità.
Bertazzon Lucio A.S.E. 346/6063525 – Vanzetto Eliana 331/3757112
Pulese Filippo A.S.E. 329/1044140

2 FEBBRAIO / 2 MARZO / 9 MARZO
DOLCI PENDII E AFFILATE CRESTE: IL MONTE COPPOLO – VETTE FELTRINE

Escursione con le ciaspe
Difficoltà: EAI – Impegno Globale: Facile
Dislivello: 430 m. Quota max: m. 2069
Tempi: 5 ore
Dal Passo Brocon dolcemente, per pendii innevati e poi per cresta sempre più affilata, saliremo “quasi in cima” al Monte Coppolo, il cui versante sud precipita verso l’altopiano di Lamon. Panorama grandioso che spazia dal Lagorai alle cime prealpine e dolomitiche.
Convento Marco 328/4584596 – Zampieri Renzo

16 FEBBRAIO 16 MARZO
CASERA CASTELIN – DOLOMITI ZOLDANE

Escursione con le ciaspe
Difficoltà: EAI – Impegno Globale: Facile
Dislivello: 300 m. ( salita ) / 750 m. ( discesa ) Quota max: m. 1504
Tempi: 4 ore
Facile ed accattivante escursione con le ciaspe accompagnati dagli amici del CAI di Zoldo.
Zampieri Gabriele A.N.E. 349/2125319 – Doni Annalisa A.S.E./O.N.C. 349/555653

23 MARZO
VAL DI CEMBRA. 
Il paesaggio agrario. Tra i vigneti terrazzati della Val di Cembra.

Escursione TAM del ciclo “CIBO & MONTAGNA”
Difficoltà E, facile
Dislivello 500 m – Quota massima 1000 m
Tempi: 5 ore
L’attività agricola ha da sempre forgiato il territorio. Nei secoli i contadini con il loro lavoro, saggio e costante, hanno trasformato l’ambiente naturale dando forma a paesaggi rurali di grande pregio ed armonia che per il loro valore estetico, culturale, ecologico, sono diventati patrimoni collettivi da conservare e tramandare. In tante parti, a causa dell’abbandono, dell’eccessivo consumo di suolo o della meccanizzazione delle coltivazioni, sono in atto pesanti trasformazioni ambientali. In Val di Cembra, dove il sapiente lavoro dell’uomo è ben visibile – notevoli opere di terrazzamento dei versanti – hanno saputo conciliare attività produttiva e mantenimento del paesaggio rurale tradizionale. Ancora oggi possiamo godere di panorami di grande valore estetico, ricchi di scorci di estrema suggestione.
Programma completo di “CIBO & MONTAGNA” in sede o su www.viverelambiente.it
Organizza e accompagna: Maria Grazia Brusegan ORTAM, Massimo Baldan ORTAM. Tel 0415700862.

6 APRILE
CONTRADE D’ALTRI TEMPI ATTORNO AL TORRENTE SENAIGA – DINTORNI DI LAMON

Escursione Naturalistica
Difficoltà: E – Impegno Globale: Facile
Dislivello: salita 400 m; Quota max: m. 670
Tempi: 4,30 ore
Facile escursione ad anello, che ci porterà ad attraversare vecchie contrade solo parzialmente recuperate ed abitate con panorami sulla Val Senaiga e sul monte Coppolo. Percorreremo anche un breve tratto dell’antica Via Claudia Augusta.
Maran Martina O.N.C. 3333497908
Petracchi Amedeo O.N.C. 3387524602

27 APRILE
FERRATA DELL’AMICIZIA A CIMA SAT – ALPI DI LEDRO

Ferrata
Difficoltà: EEA – Impegno Globale: Difficile
Dislivello: 1200 m. Quota max: m. 1276
Tempi: 6 ore
Nata per iniziativa del Gruppo Rocciatori di Riva del Garda la via ferrata dell’Amicizia risale le ripide pareti della Rocchetta a picco su Riva e termina a cima SAT, una delle tante vette del gruppo montuoso Gardesano, offre uno stupendo panorama sul lago di Garda e sui monti circostanti.
OBBLIGATORI: IMBRAGATURA E SET DA FERRATA OMOLOGATI
Bertazzon Lucio A.S.E. 346/6063525 – Vanzetto Eliana 331/3757112
Pulese Filippo A.S.E. 329/1044140

11 MAGGIO

FERRATA RIO SALLAGONI – VALLE DEL SARCA

Ferrata
Difficoltà: EEA – Impegno Globale: Difficile
Dislivello: 150 m. Quota max: m. ?
Tempi: 4 ore
Itinerario percorribile in ogni stagione, non impegnativo e capace di offrire dei bellissimi scorci in un ambiente suggestivo all’interno di un canyon di rara bellezza.
OBBLIGATORI: IMBRAGATURA E SET DA FERRATA OMOLOGATI
Bertazzon Lucio A.S.E. 346/6063525 – Vanzetto Eliana 331/3757112
Pulese Filippo A.S.E. 329/1044140

18 MAGGIO
ESCURSIONE CON L’ASSOCIAZIONE “IL PORTICO – ONLUS”

Escursione
Facile escursione con gli amici del “Portico”
Rosso Emilio A.S.E./O.N.C. 340/5018612
Pellizzer Piera 338/1740656

18 MAGGIO
MINIERA 4 OSSI – VALCAMONICA

Uscita Speleologica
Max 25 persone
Difficoltà: EE – Impegno Globale: Facile
Tempi: 4 ore
Un’antica miniera di ferro e zinco, abbandonata dalla lavorazione umana, è stata “colonizzata” da infiltrazioni di calcite pura che ha creato numerosissime concrezioni di una bellezza mai vista, neppure nelle favolose grotte cubane.
Gli speleologi del gruppo Montorfano, CAI di Coccaglio ( BS ), ci guideranno anche in un ramo tenuto chiuso per proteggere le meraviglie calcaree che racchiude.
Sedran Sandro 347/9835693 – Tuzzato Simona 349/1638837

25 MAGGIO
LE PIETRE VERDI DI SAN DIONISIO – ANTELAO

Escursione Naturalistico – Geologica
Difficoltà: E – Impegno Globale: Medio
Dislivello: 600 m. – Quota max: m 1946
Tempi: 5 ore
Facile escursione su sentieri battuti e vecchie stradine della guerra che conducono all’accogliente rifugio Antelao. L’escursione prosegue raggiungendo il colle della chiesetta di San Dionisio, estremamente panoramico al centro delle Dolomiti Cadorine. La vista a 360 gradi sui massicci dolomitici e la particolare conformazione rocciosa del colle permetteranno alcune interessanti osservazioni geologiche.
Rosso Emilio A.S.E./O.N.C. 340/5018612
Pellizzer Piera 338/1740656 – Dr. Geologo Sarto Patrizio

1 GIUGNO
ESCURSIONE PRIMAVERILE SUL MONTE NOVEGNO E RIONE – GRUPPO DEL NOVEGNO

Escursione
Difficoltà: E – Impegno Globale: Facile
Dislivello: 600 m. – Quota max: m 1500
Tempi: 5 ore
Escursione sui monti che furono teatro di aspri combattimenti durante la Prima Guerra Mondiale. Oltre alle numerose opere che testimoniano questo conflitto, potremo ammirare un meraviglioso paesaggio ricco di pascoli e vegetazione con splendidi panorami verso le montagne del Veneto e del Trentino.
Ferro Bertilla 347/9030920 – Zausa Umberto I.S.

8 GIUGNO
NEL CANYON DEL BLETTERBACH – CORNO BIANCO

Escursione Naturalistica
Difficoltà: E – Impegno Globale: Facile
Dislivello: 250 m. Quota max: m. ?
Tempi: 4,30 ore
Percorreremo nel cuore delle Dolomiti uno dei più selvaggi canyon d’Europa, che testimonia l’impressionante forza delle acque nello scavare e scoprire avvenimenti geologici iniziati fino a 270 milioni di anni fa.
Zampieri Gabriele A.N.E. 349/2125319 –
Doni Annalisa A.S.E./O.N.C. 349/5556531

22 GIUGNO
IL SENTIERO DI ARROCCAMENTO DEL SENGIO ALTO – PICCOLE DOLOMITI

Escursione
Difficoltà: EE – Impegno Globale: Medio
Dislivello: 600 m. Quota max: 1899 m.
Tempi: 6 ore
Fantastico itinerario ad anello che ci permetterà di attraversare l’intero gruppo del Sengio Alto, dalla Sisilla al Cornetto, lungo un interessante anche se un po’ impegnativo sentiero di arroccamento, ricco di tracce della Grande Guerra. Grande panorama sul Pasubio e sulle Piccole Dolomiti!
Bressanini Marco A.S.E. 349/0818357
Masetto Cristian 349/3964120
Mazzetto Gianpietro A.S.E. 338/6424982

29 GIUGNO
VALLES – VENEGIA: IL SENTIERO GEOLOGICO PALE DI SAN MARTINO

Escursione Naturalistico – Geologica
Difficoltà: E – Impegno Globale: Medio
Dislivello: 600 m. Quota max: 2401 m.
Tempi: 6 ore
Facile escursione molto panoramica, dal Passo Valles a Cima Venegiota, passando attraverso le prime stratificazioni geologiche delle Dolomiti,ricche di fossili. Dislivello contenuto e sentieri ben tracciati permetteranno di godere appieno di questa escursione.
Rosso Emilio A.S.E./O.N.C. 340/5018612
Pellizzer Piera 338/1740656 – Dr. Geologo Sarto Patrizio

5/6 LUGLIO
WEEKEND NATURALISTICO ALPI CARNICHE OCCIDENTALI

Escursione Naturalistica
1° giorno
Difficoltà: E – Impegno Globale: Medio
Dislivello: 600 m. Quota max: m. 1677
Tempi: 4,30 ore
2° giorno
Difficoltà: E – Impegno Globale: Medio
Dislivello: 800 m. Quota max: m. 1677
Tempi: 4,30 ore
Fine settimana naturalistico, con partenza il sabato da Cima Sappada e arrivo la domenica a Forni Avoltri. In questa escursione di due giorni saremo accompagnati dal Prof. Lasen e dal Dott. D’Alberto, due massimi esperti rispettivamente di botanica e di geologia. Con loro troveremo spunti e riflessioni per guardare con occhi nuovi l’ambiente in cui ci piace camminare. Si pernotta al Rif. Chiampizzulon, dove la Sig. Anna ci delizierà con le sue buonissime torte e la sua cortesia.
Maran Martina O.N.C. 3333497908
Petracchi Amedeo O.N.C. 3387524602

12-13 LUGLIO
SULL’AGNER PER LA FERRATA STELLA ALPINA PALE DI SAN MARTINO

Ferrata
1° giorno
Difficoltà: T – Impegno Globale: Facile
Dislivello: 664 m. Quota max: 1748 m.
Tempi: 1,30 ore
2° giorno
Difficoltà: EEA – Impegno Globale: Molto Difficile
Dislivello: 1124. Quota max: 2872 m.
Tempi: 8,30 ore
Salita ad una delle cime più prestigiose delle Dolomiti, per una delle ferrate più spettacolari. Impegno fisico molto elevato
OBBLIGATORI: IMBRAGATURA E SET DA FERRATA OMOLOGATI
Alba Riccardo I.A. 335/5697681 – Balbo Franco

20 LUGLIO
3 RIFUGI DELLE MARMAROLE

Escursione
Max 25 persone
Difficoltà: EE – Impegno Globale: Facile/Medio
Dislivello: 500 m. Quota max: 1969 m.
Tempi: 6 – 7 ore
Nel sentiero di Papa Woityla nelle selvagge Marmarole. Piacevole escursione senza tanto dislivello ma molto panoramica che collega i rifugi Ciareido, Baion e Chiggiato ai piedi delle scoscese pareti delle Marmarole.
Scatto Silvano 339/6047414 – Valentini Stefano 333/7028900

25/26/27 LUGLIO
VAL FORMAZZA – PIEMONTE/SVIZZERA: ALPE VANNINO E ALPE DEVERO. BETTELMATT: IL FORMAGGIO AD ALTA QUOTA

Escursione TAM del ciclo “CIBO & MONTAGNA”
1° giorno
Difficoltà: EE – Impegno Globale: Medio
Dislivello: 400 m. – Tempi: 2 ore
2° giorno
Difficoltà: EE – Impegno Globale: Medio
Dislivello: 600 m. ( salita ) / 530 m. ( discesa )
Tempi: 5 – 6 ore
3°giorno
Difficoltà: EE – Impegno Globale: Medio
Dislivello: 150 m. ( salita ) / 800 m. ( discesa ) Quota max: m. 2600
Tempi: 4 ore
Escursione di tre giorni in ambiente alpino di grande bellezza fra Piemonte e Svizzera attraverso antichi valichi ed alpeggi Walser al cospetto di ghiacciai e cime maestose. Ulteriore motivo di visita è l’eccellente formaggio Bettelmatt, prodotto esclusivamente in 7 alpeggi della zona fin dal XIII secolo, tra i 1800 e i 2400 mt di quota.
Programma completo di “CIBO & MONTAGNA” in sede o su www.viverelambiente.it
Rebeschini Maria Rosa O.R.TAM 328/2296634
Brusegan Maria Grazia O.R.TAM e Baldan Massimo O.R.TAM: 041/5700862
Miotto Fiorenza ( CAI BZ ) – Dall’Omo Pino ( CAI PD )

6/7 SETTEMBRE
IL SENTIERO GLACIOLOGICO DELLA VAL MARTELLO – GRUPPO ORTLES-CEVEDALE

Escursione
1° giorno
Difficoltà: E – Impegno Globale: Medio
Dislivello: 600 m. Quota max: m. 2610
Tempi: 2 ore
2° giorno
Difficoltà: E/EE – Impegno Globale: Medio
Dislivello: 400 m. ( salita ) / 1000 m. ( discesa ) Quota max: m. 3033
(Vorder Rotspitz – Cima Rossa di Martello )
Tempi: 3 ore ( salita ) / 3 ore ( discesa )
La Val Martello è una delle più antiche valli laterali della Val Venosta. Attraversando le rovine di Castel Montani di Sopra, si estende dai 950 m ai 3700 m del Cevedale. Vario il suo mondo vegetale: rigogliosi prati, verdi boschi, piantagioni di fragole fino ai 1700 m, campi di verdure e infine le cime del gruppo dell’Ortles ricoperte di ghiaccio.
Mazzetto Gianpietro A.S.E. 338/6424982 – Martin Piero 347/1373477
Gallinaro Lisa

14 SETTEMBRE
GROTTA DEL CALGERON – VALSUGANA

Uscita Speleologica
Difficoltà: EE – Impegno Globale: Medio
Tempi: 6 ore
Richiestissimo ritorno in questa spettacolare grotta dalle rocce finemente lavorate dall’erosione dell’acqua. Niente concrezioni, ma ben 14 limpidi laghetti da passare e le
favolose vasche di tufo calcareo situate appena dentro l’ingresso. E non mancherà la divertentissima discesa sullo scivolo sabbioso che porta al fondo della grotta.
Sedran Sandro 347/9835693 – Tuzzato Simona 349/1638837

20/21 SETTEMBRE
I “3000 FACILI D’ITALIA” – 2° TAPPA: GIRO E SALITA ALLA TOFANA DI ROZES DAL RIFUGIO DIBONA

Escursione
Max 20 iscritti
1° giorno
Difficoltà: E – Impegno Globale: Facile
Dislivello: 300 m. Quota max: m. 2080
Tempi: 1,30 ore
2° giorno Comitiva A
Difficoltà: EE – Impegno Globale: Medio
Dislivello: 1200 m. Quota max: m. 3225
Tempi: 8 ore
2° giorno Comitiva B
Difficoltà: EE – Impegno Globale: Medio
Dislivello: 900 m. Quota max: m. 2580
Tempi: 7 ore
Salita ad una delle cime dei 3000 simbolo di Cortina: la Tofana di Rozes. L’ascensione alla vetta si sviluppa lungo la via normale partendo dal Rif. Dibona e poi lungo il suo versante Nord. Per chi deciderà di effettuare il periplo della montagna, dal Rif. Dibona, in senso orario, prima lungo l’Altavia 1 verso la F.lla Col dei Bos, poi in discesa lungo la Val Travenanzes fino a prendere una diramazione che evita la Scala del Menighel per salire al circolo del Masarè e poi al Rif. Giussani per il ritrovo con la comitiva A, scendendo insieme al Rif. Dibona.
Zampieri Gabriele A.N.E. 349/2125319 – Doni Annalisa A.S.E./O.N.C.
349/5556531 – Bressanini Marco A.S.E. 349/0818357
Zanchetta Ulisse A.E. 347/4351458

21 SETTEMBRE
PREALPI GIULIE. Stavoli e coltivi attorno a Dordolla di Moggio Udinese

Escursione TAM Ciclo “CIBO & MONTAGNA”
Difficoltà T
Dislivello 300 m – Quota massima 1000 m
Tempi: 5-6 ore
Dopo la visita al paese di Dordolla, il percorso seguirà vecchi sentieri di collegamento per scoprire le tracce della passata e segni di nuova vita contadina. La bellezza del paesaggio è il risultato dell’intreccio tra natura selvaggia e montagna coltivata. Lungo il percorso, nel borgo di Drentus, presso l’azienda agrituristica Tiere Viere, avremo la
possibilità di degustare i prodotti della terra locale coltivati biologicamente.
Programma completo di “CIBO & MONTAGNA” in sede o su www.viverelambiente.it
Organizza ed accompagna: Maria Grazia Brusegan ORTAM, Massimo Baldan ORTAM. Tel 041 5700862

28 SETTEMBRE 
MONTE PIANA, Dolomiti di Sesto

I segni della memoria sul SENTIERO DELLA PACE.
2009-2018 un percorso lungo 10 anni – 6a TAPPA.
Giovedì 25 settembre – in sede – proiezione del film:
LA CADUTA DELLE AQUILE di John Guillermin

INTRODUZIONE
Il “nostro” Sentiero della Pace ripercorre la linea del fronte “Trentino- Veneto-Friulano” della Prima Guerra Mondiale. Si snoda tra sentieri e strade forestali, trincee, camminamenti, opere di arroccamento, ricoveri, baraccamenti, forti e cimiteri di guerra. Il percorso, di 10 anni, è iniziato nel 2009 e finirà nel 2018, anno in cui commemorerà il 100° anniversario della fine della 1° Guerra Mondiale.
Il percorso è ricco di significati storici, ambientali e culturali. Le motivazioni che sono alla base del progetto sono:
– ricordare, per non dimenticare un evento storico drammatico,
– riflettere e meditare sulla guerra, che non è mai un buon sistema per risolvere i conflitti,
– trasmettere – camminando – un messaggio di pace e di libertà.

DESCRIZIONE
Difficoltà E agevolati da corde fisse e tratti evitabili di EE
Dislivello 600 m – Quota massima 2310 m
Tempi: 5-6 ore
Monte famoso per il suo vasto panorama. Particolarmente spettacolari e vicine sono le Tre Cime di Lavaredo. Durante la prima Guerra Mondiale fu teatro di atroci, sanguinose e inutili battaglie. Vi morirono circa 14.000 soldati. Oggi, grazie ad un lavoro di recupero e restauro da parte di volontari e alpini, è possibile visitare questo aereo campo di battaglia e attraverso il Percorso Storico del Museo all’Aperto
visitare buona parte delle trincee e fortificazioni, punti di osservazione, ricoveri e gallerie. Opere costruite con estremo sforzo e fatica e che ci fanno anche intuire le sofferenze patite dalle truppe durante i lunghi inverni di guerra.
Mezzo di trasporto: Pullman o auto
Brusegan Maria Grazia O.R.TAM Tel 041/5700862
Baldan Massimo O.R.TAM – Bettini Fabrizio 041/5800965
Ferraro Oscar – Moratti Moreno
In collaborazione con il CAI di Camposampiero

5 OTTOBRE
CALAITA – CIMA D’ARZON, GRUPPO SCANAIOL – FOLGA

Escursione Naturalistico – Geologica
Difficoltà: E – Impegno Globale: Medio
Dislivello: 750 m. Quota max: 2300 m.
Tempi: 6 – 7 ore
Escursione in un ambiente molto diverso dalle Dolomiti, senza guglie e crode ma prati di rododendri e laghetti persi. Qui affiora l’antico basamento cristallino su cui si depositarono le stratificazioni delle dolomie, rocce diverse per una storia geologica diversa che formano un piacevole ambiente, verdeggiante d’estate, colorato di giallo e
rosso in autunno.
Rosso Emilio A.S.E./O.N.C. 340/5018612
Pellizzer Piera 338/1740656 – Dr. Geologo Sarto Patrizio

12 OTTOBRE
OTTOBRATA

Per i frequentatori – e non – della nostra sezione, il classico ritrovo conviviale di fine stagione. Un’occasione per scambiarsi esperienze ed opinioni e per pranzare insieme all’aria aperta, in assoluta tranquillità ed allegria! In mattina si potrà fare una semplice escursione.
Informazioni presso la sede del CAI di Dolo
Organizzazione a cura della Scuola di Alpinismo e del Gruppo di Escursionismo

19 OTTOBRE
CIMA PORTULE – ALTOPIANO DI ASIAGO

Escursione
Difficoltà: E – Impegno Globale: Facile/Medio
Dislivello: 800 m. Quota max: m. 2308
Tempi: 6,30 ore
Riscoprire l’Altopiano in autunno. L’escursione entra nel cuore dell’Altopiano, a ridosso delle principali cime, percorrendo un’area che fu teatro di cruenti combattimenti durante la Prima Guerra Mondiale e le testimonianze ancora visibili non mancano. Il percorso si snoda principalmente in ambiente aperto e ampi paesaggi su buone strade militari o comodi sentieri. L’abete, il larice e il pino mugo ci faranno da contorno in uno spettacolare ambiente carsico con praterie d’alta
quota.
Zampieri Gabriele A.N.E. 349/2125319
Sorgato Michele 339/3855790

26 OTTOBRE
CASERA BUSNICH – GRUPPO CIMA DE L’ALBERO

Escursione
Difficoltà: EE – Impegno Globale: Facile/Medio
Dislivello 800 m. Quota max: m. 1631
Tempi: 3 ore
Uscita Escursionistica in ambiente autunnale presso le montagne della Valle del Piave l gruppo “Cima de l’Albero”. Grandioso panorama sulla frana del Toc, sulla Valle del Piave e Longarone, Bosconero e riserva di Tovanella.
Zanchetta Ulisse A.E. 347/4351458
Bertazzon Lucio A.S.E. 346/6063525

9 NOVEMBRE
ALPAGO. CASERA PALANTINA

Montagna Libera – 27° Manifestazione in Cansiglio
Difficoltà E
Dislivello 450 m – Quota massima 1521 o 1778 m
Tempi: 5-6 ore
Anche se il progetto di collegamento sciistico sembra essere archiviato, come è stato deciso nel 2012 dalla Commissione VAS (Valutazione Ambientale Strategica) della Regione Veneto, l’attenzione deve rimanere sempre desta e anche quest’anno ritorneremo in Palantina per festeggiare la montagna libera e per goderci le bellezze naturali e il paesaggistico. Da Pian Canaie (mt 1069) si raggiunge Casera Palantina (mt 1521). Il percorso si snoda nell’abbraccio del bellissimo bosco di faggi fino a raggiungere la “mitica” piana di casera Palantina. Programma dettagliato in sede e su www.viverelambiente.it
Rebeschini Maria Rosa O.R.TAM 328/2296634,
Brusegan Maria Grazia O.R.TAM e Baldan Massimo O.R.TAM: 041/ 5700862

 

Commenti chiusi