Dopo La Montanara – Coralità a Padova

 

Il Centro Nazionale Coralità del Club Alpino Italiano, in collaborazione con la Sezione C.A.I. di Padova, il Comune di Padova e l’Auditorium-Conservatorio Pollini di Padova, organizza una giornata dedicata alla coralità popolare dal titolo “Dopo la Montanara”, a ricordo del notissimo canto di montagna (vedi locandina allegata).

La manifestazione avrà luogo domenica 20 maggio 2018 a Padova presso il prestigioso Auditorium-Conservatorio Pollini e sarà suddivisa in due parti. La prima parte avrà inizio alle ore 10.00 e consisterà in un Convegno-Seminario riservato ai gruppi corali, ai coristi, ai maestri e agli armonizzatori. La seconda parte, a ingressi libero, è dedicata al canto: alle ore 18.00 infatti si svolgerà il grande concerto con la partecipazione del Coro C.A.I. di Padova, del Coro C.A.I. di Bovisio Masciago, dei Cori Cime del Santo e La biele stele dell’Università di Padova.

Locandina Coralità Padova 20maggio

Commenti chiusi

  • MONTE MOSCIAGH

    MONTE MOSCIAGH

    DOMENICA 27 GENNAIO 2019 Cimiteri del Mosciagh, passando per Forte Interrotto Gruppo montuoso: Altipiano di Asiago   Da Camporovere alle testimonianze della Prima Guerra Mondiale come i cimiteri di guerra e il baluardo da poco ristrutturato “Forte Interrotto” Alla gita parteciperà anche Moreno Moratti del Cai Camposanpiero, esperto in storia della prima guerra mondiale. Organizzazio[...]
    Informazioni sulla percorribilità dei sentieri

    Informazioni sulla percorribilità dei sentieri

    Puoi trovare indicazioni sulla percorribilità dei sentieri del Veneto collegandoti al sito https://www.caiveneto.it/home. Un link consente di collegarti col tabulato che riporta le notizie fornite dai referenti sezionali per la sentieristica.[...]
    Aperta una sottoscrizione da parte del CAI

    Aperta una sottoscrizione da parte del CAI

    Attivazione, sottoscrizione, mobilitazione: queste le tre azioni indicate dal Presidente del CAI VENETO Francesco Carrer per far fronte alla gravissima situazione creatasi nei giorni scorsi su gran parte della montagna veneta a seguito dell'ondata di maltempo che non ha memoria d'uomo. Sono riportate in una lettera fatta pervenire a tutti i Presidenti delle 65 Sezioni CAI del Veneto, quale pri[...]